Casa Noè
60034 Cupramontana AN, Italia

€1.100.000.00· (Casali restaurati) - Click on photo to enlarge

Ref.: A2739

In una delle area paesaggistiche più belle della Regione Marche   la zona protetta dei Colli Esini che circonda il borgo di origine medievale di Cupramontana, proprietà comprendente una ex casa colonica completamente ricostruita insieme al suo accessorio, terreno di esclusiva pertinenza e ruderi di casa colonica con annesso e corte pertinenziale.

Della proprietà ovviamente l’oggetto su cui focalizzare l’attenzione  è rappresentato dalla casa con il suo accessorio e l’accurato disegno della sistemazione esterna e di tutti i particolari architettonici che costituiscono l’insieme.

Opera di architettura civile  contemporanea unica nel suo genere, nata dal fortunato incontro tra l’eccellente gusto e senso estetico dei proprietari e l’alta perizia professionale dell’Architetto Silvia Brocchini. Gli edifici abitativi assumono nell’insieme l’aspetto di un piccolo borgo risultato della minuziosa ristrutturazione che ha trasformato i volumi, un tempo ruderi di fabbricato rurali,  in una dimora di pregio architettonico vincitrice del premio “InArchitettura 2020”.

Incastonata come una gemma nel bellissimo ambiente naturale che la circonda, la dimora si adatta perfettamente al terreno e integrandosi nel paesaggio circostante seguendo il naturale andamento del leggero declivio. Arrivando alla proprietà una zona parcheggio esclude la vista delle auto e introduce tramite scale e piccole zone terrazzate sapientemente piantumate con essenze locali e ulivi secolari, il bellissimo semplice giardino che richiama il disegno monacale degli Hortus Conclusus dove però, invece delle mura perimetrali, ampli squarci di vista infinita verso gli orizzonti non ne limitano il piacere dell’occhio verso lo spettacolare panorama dei Colli Esini che circonda la proprietà.

La dimora sorge su un terreno di proprietà di poco più di ettaro. Ad esclusione del giardino il resto del terreno è lasciato alla coltivazione agricola tipica della zona con uno splendido uliveto e alcuni alberi da frutto e seminativi. Tutto intorno la vista spazia sui borghi arroccati in sommità dei crinali e un susseguirsi di appezzamenti agricoli con vigneti, un infinito patchwork di forme e colori, luci e ombre fino al mare Adriatico di cui si scorge l’azzurro profilo nei giorni di sereno.

La demolizione e ricostruzione della casa e del suo accessorio sono state eseguite e completate tra il 2015 e il 2016. L’architetto e la committenza hanno voluto per quanto possibile mantenere l’armonia dell’insieme tra il contesto e gli edifici riutilizzando i materiali da costruzione antichi così che la patina dell’antichità non andasse perduta, insieme con i più moderni materiali e tecnologie. Il tutto ovviamente in accordo con le leggi in materia di urbanistica con le più attuali tecnologie costruttive volte a favorire la resistenza antisismica.

L’esterno e gli interni appaiono puliti, eleganti e sobri, il tutto denota una rara sofisticata semplicità dell’abitare. Il risultato è a dir poco emozionante.

Entrambe gli edifici  si sviluppano su due piani a livelli sfalsati. La dimora principale occupa una superficie di 130 mq. netti (200 mq lordi), al suo interno così distribuiti: ingresso disimpegno che tramite una piccola rampa di scale conduce alla cucina pranzo e al contiguo soggiorno, questi stessi ambienti  raggiungibili anche direttamente dal giardino tramite porte finestre; dal soggiorno l’ampia vetrata conduce al patio solarium sottostante; su questo stesso piano un bagno di servizio e locali tecnici con lavanderia; sottostante il terrazzo solarium un comodo vano ripostiglio e rimessa attrezzi da giardino. Dall’ingresso/disimpegno la scala interna conduce al piano superiore dove trova ampio spazio la zona padronale costituita d camera da letto con antistante piccolo studio privato, ambito guardaroba e bagno con vasca. Su questo piano ma ad un livello sfalsato leggermente più alto sempre seguendo l’andamento delle quote del terreno, raggiungibile sia dalla stessa scala interna che direttamente dall’esterno quindi potenzialmente autonomo, largo monolocale che possa ospitare una seconda camera da letto con predisposta canna fumaria per camino e inserito lavabo.

Nell’accessorio anch’esso riedificato su due piani che occupa una superficie netta di mq. 30 (45 mq. lordi), è stato creato un bellissimo studio al piano primo con magnifica vista e ingresso dal giardino; al piano seminterrato una camera da letto con bagno per donare a possibili ospiti la giusta privacy. Antistante una doccia all’aperto e un piccolo ambito con tavolo e panca fisse realizzate in pietra, antica terracotta e cemento levigato a vista.

Gli interni degli edifici appaiono puliti, lineari e luminosi, eterei. Il colore bianco, i  pavimenti in resina color cipria,  la pietra arenaria naturale e l’uso del rovere creano un atmosfera naturale che unifica i vari volumi. Particolare attenzione è stata data al design delle aperture di diverse dimensioni che offrono viste emozionali verso l’esterno come un susseguirsi di opere d’arte paesaggistiche. Una piccola originale apertura posta in cucina, una piccola finestra strombata, incornicia la vicina abbazia del Beato Angelo risalente al XII secolo.

Anche il tetto assume in questa progettazione e realizzazione un ruolo da protagonista: al suo interno la struttura che assolve al duplice scopo strutturale ed estetico realizzata con travi lamellari, capriate e le antiche pianelle di terracotta,  ed esternamente realizzato con le originali tegole, sono però scomparse le gronde, convogliare le acque piovane è stato affidato ad un sofisticato e ingegnoso strattagemma invisibile esternamente.

Buona parte dei mobili sono stati costruiti su misura affinché gli interni risultassero omogeni  per colori e materiali e che gli spazi venissero sfruttati al massimo con pareti e piccoli vani contenitivi. Su tutti spicca la lastra di travertino, un’unica lastra che crea l’isola della cucina.

Anche la progettazione del giardino non è stata lasciata al caso. Essa è stata sapientemente studiata realizzando spazi verdi alternati a zone conviviali e di relax la cui posizione apre a diverse esposizioni ed orientamento nelle diverse ore del giorno e della notte, tra gli edifici è stata creata una piccola piazzetta dove un tavolo con panche in cemento accennano alla modernità dell’opera.

Tutte le opere sono state realizzate da artigiani locali.

La dimora e il suo annesso sono accessoriati di tutti i servizi essenziali e basilari come la connessione al servizio idrico ed elettrico. Riscaldamento posto sotto al pavimento con sistema radiante alimentato a gas. Impianto wifi adsl.

A poca distanza dalla dimora, parte della proprietà, rovina di un fabbricato ex rurale con attiguo annesso, entrambe riedificabili affinché possano ospitare una potenziale altra abitazione o spazi per ricettività se desiderati, così come sarebbe possibile costruire una piscina.

La proprietà dista solo 5 minuti dal centro di Cupramontana in Provincia di Ancona. Facile raggiungere la principale via di comunicazione SS76 Roma- Ancona che conduce al vicino aeroporto di Ancona – Falconara.

 

Classe energetica: B

Indice Prestazione Energetica (IPE) 80,65 kwh/mq*anno

 

 

 

Location

Agent

Contact